Contea di Shadowdale

Una comunità rude, gente che nella terra brulla ha trovato la sua via… Uomini e donne forti ed orgogliosi per una terra altrettanto arcigna… le leggende narrano che la contea nascondesse l’ingresso al regno dei non morti.. Nel profondo ovest un segreto mai trovato….  Quelle storie hanno forgiato e temprato chi in quelle terre è vissuto.
La posizione della contea è cambiata con il tempo , dapprima era l’ultimo regno ad ovest delle terre seleidi, con la presa di Kromdar e la sua annessione al dominio di sua maestà innocentissima  la contea è diventata un punto cruciale per i traffici ed un primo avamposto difensivo del grande ovest della valle.


Tutto ciò è permesso anche grazie alla conformazione del territorio : due grandi montagne attraversano da nord est e da sudovest la regione lasciando come unica via d’accesso la strada Principale (strada del re ) che collega la regione al resto della valle  Le due montagne sono chiamate castore e polluce . Parte del territorio è occupata dal bosco di nessuno dove si dice fosse nascosto un ingresso per le terre dei nom morti. Salendo la strada si incontra un percorso che porta alla prima delle due città di minatori (nome città) dove ha sede anche il mercato del ferro e del fuoco.

Proseguendo verso nord ovest passata una stretta gola si intravede la seconda città che sorge a cavallo delle pendici del Monte Castore Dove sorge l’Accademia della Forgia. Infine si giunge alla città Principale della regione… Shadeton che una volta era il luogo di addestramento di coloro che desideravano imparare la via della spada, L’Accademia Pretoriana. Si dice che i Pretoriani siano fedeli alla corona Selede a tal punto da essere considerati fanatici.

Superando Shadeton si incontrano le forche di thurvald che di fatto segnano la fine di shadowdale e che si incontra con il ducato di Kromdar ed il ducato di islidale…. Qui vi è un percorso sicuro che tra cunicoli sotterranei e fattorie amiche porta direttamente al confine Del ducato di Cloudfort.

Comunità

Shadowdale è una terra dove gli uomini sono stati per la maggior parte del tempo gli unici abitanti insieme a piccole comunità di nani. Con il regno seleide sono arrivati anche gli elfi ma la popolazione è rimasta per lo più quella di sempre.  Pochi sono gli agricoltori dato il territorio ma il territorio è pieno di allevamenti di bestiame. Il grosso dell’economia però è garantito dal lavoro dei minatori. Le due grandi montagne della zona permettono di estrarre tutti i minerali che hanno fatto diventare la regione uno dei centri di produzione di armi, armature e lavori in metallo…

Cultura

La maggiorparte della popolazione è alfabetizzata ma con tutti i limiti imposti da un interesse per le arti intellettuali limitato alle grandi opere o alle regole commerciali. Le lingue più conosciute sono il comune ed il nanico, subito dopo l’lelfico. Sotto il Barone Angel Solenero si è introdotto anche lo studio del latino.    Ci sono scuole aperte a tutti inoltre vi è la scuola della  forgia.. un luogo dove dove è possibile imparare i segreti del ferro e del fuoco .

Read more

Shadeton

Il Labirinto è una complessa costruzione realizzata dai pretoriani per proteggere la città di Shadeton. Si tratta di una complessa rete di percorsi in muratura alta, con pareti alte più di tre metri, che circonda la città e la protegge dall’invasione degli stranieri. Solo chi conosce la chiave può accedere al cuore di Shadowdale.
Il Labirinto è stato voluto dal figlio del Generale Solenero, Ektor, in memoria della madre BrightStar, uccisa da Klesh durante il dominio dei Draghi. Il labirinto, infatti, ha un significato complesso: simboleggia l’amore e la protezione ed i modi complessi e pricolosi per dimostrarlo. L’ingresso del Labritinto è incantato, in modo che solo gli “amici” possano trovarne la combinazione e passare.

E’ a tutti gli effetti un palazzo militare ed rappresenta il vero centro del potere di tutta la regione di Shadowdale. Qui vive l’intero contingente dell’esercito e tutti i cadetti e le reclute che si addestrano per entrare nella guardia. E’ un grosso edificio a forma di H con due alte torri laterali con intorno un poderoso muro di cinta. In caso di attacco alla città la popolazione viene portata all’interno di esso. Attraverso un passaggio sicuro la popolazione è stata messa in fuga e condotta fino a Cloudfort durante la dominazione del Drago Antico Pyros prima che questi venisse sconfitto dal fratello Klesh. Dopo la fuga della popolazione la Rocca è andata quasi completamente distrutta.

Ordine dei Pretoriani

Brutali per molti, fanatici della guerra per pochi, un incubo per i loro nemici… I Pretoriani sono diventati il corpo d’elite dell’esercito di Shadowdale nonché guardia personale del Barone Angel Solenero.
I soldati migliori, i più coraggiosi e per qualcuno anche i più incoscienti  possono ambire potevano ambire ad entrare nell’accademia di guerra.   Addestrati dal Barone in persona al combattimento con la maggior parte delle armi ma non solo, i più anziani  fannno parte del Consiglio della città, impegnati nella amministrazione della  giustizia e la crescita della terra. Il più anziano tra loro, Il pilus,  è anche il sovrintendente di Shadowdale.   Per volere di sua maestà da corpo scelto sono diventati un ordine d’elite , la loro fedeltà è per Lord  Angel Solenero, la loro devozione a Linnea Selede isilva.
Sono organizzati in manipoli,  e la loro organizzazione in battaglia è un misto tra la fanteria spartana e quella romana. Sono principamente truppe di fanteria, addestrate ad agire come un solo uomo.  Violenti con i loro nemici… fedeli alla missione… pronti al sacrificio per la vittoria.
Filosofia :
“Ardo et non ardeo “  Ardo Ma non brucio . in questo motto è racchiuso il carattere che un candidato al corpo pretoriano deve avere. Passione , determinazione, ed un indomito spirito guerriero compongono la scintilla che deve esserci nel cuore di un soldato che desidera nel corpo. Non è obbligatorio consacrarsi ad una divinità e questo li rende differenti da cavalieri e paladini. Questi uomini nella loro semplice filosofia hanno un modo del tutto personale di intendere parole come onore, rispetto e fedeltà. Non esistono premi o aiuti divini, o magici, l’unica forza che muove il mondo è la volontà. Non esistono armi magiche o incantesimi che rendono invincibile. La vera forza della spada sta nel braccio che la brandisce e nella mano che la impugna. La libertà è l’unico vero traguardo che ciascun pretoriano anela. E non c’è guerriero più forte di un uomo libero votato ad una causa… La causa a cui questi guerrieri d’elite sono votati è la protezione delle terre seleidi e dei loro abitanti a qualsiasi costo. La pietà è per i deboli, soprattutto quella contro i nemici. Duri come la pietra ardenti come il fuoco liberi come il vento.
Equipaggiamento
I pretoriani sono un corpo da mischia ma grazie ali minerali trovati dai nani possono avere delel armature molto leggere… Cotte di maglia in acciaio ed innesti in mitrthril di fattura nanica lancia e scudo sono le armi da battaglia… hanno padronanza anche dell’uso di arco e pugnali. La loro arma principale però è la spada lunga, e la spada di un pretoriano e fatta di metallo brunito li chiamano anche le spade nere .
L’elmo ricalca quello di fattura romana , gli scudi però sono tondi come quelli della fanteria spartana il mantello è Viola da un lato e nero dall’altro e riporta in entrambi i lati lo stemma della Contea Uno scudo bicolore bianco e nero con martello e spada incrociate. Hanno a disposizione una cavalcatura e per volere del Barone nessuno scudiero… si prendono cura di cavalcatura ed equipaggiamento alla fine di ogni battaglia, alla fine di ogni giorno.

La via della spada nera.
Prende il nome dalla spada d’ordinanza del corpo, e rappresenta la strada da percorrere. Non tutti possono aspirare ad addestrarsi per questo gruppo, per poter solo essere presi in considerazione si deve essere parte dell’esercito regolare di shadowdale e distinguersi nell’arte del combattimento e della tattica di guerra. Si può accedere alla via solo su invito di un pretoriano, o del barone. La tradizione vuole che il soldato scelto riceva un uovo di gallina ed una spada nera da chi propone la candidatura. Da questo momento l’uomo o la donna sa che al tramonto dovrà trovarsi con quell’uovo intatto nella Fossa… L’arena di shadowdale. Da quel momento però tutti i pretoriani hanno l’ordine di impedire al candidato di arrivarci. Si può provare a nascondersi alla vista degli uomini in viola ma non si può scappare dallo scontro. Qualsiasi cosa accada l’uovo non deve rompersi ma il comportamento del candidato durante ogni singolo scontro sarà osservato e giudicato con cura. Se il candidato arriva alla fossa con l’uovo intatto questi dovrà essere rotto addosso al Barone che attende al centro dell’arena con in mano un bicchiere di vino e nell’altra un bicchier d’acqua…. Se l’esito è positivo il candidato riceve il vino che significa, benvenuto fratello festeggia insieme ai tuoi nuovi compagni. Il benvenuto uffiiciale è uno schiaffo del Barone. Se l’esito è negativo si riceve il bicchiere d’acqua che significa Soldato rispetto per quanto ti sei impegnato, sarai il vanto del nostro esercito ma non da pretoriano. Il barone Stringe la mano al candidato che viene accompagnato fuori.
L’invito alla via della spada nera si può ricevere un massimo di tre volte nella carriera di soldato.
La fossa
La fossa è l’arena dove l’unica legge che vale è quella della spada. Il barone la utilizza per addestrare i pretoriani e per dirimere le questioni che il tribunale non riesce a risolvere con la giustizia. All’ingresso dell’arena vi è una scritta scolpita nella pietra.” Est via iustitiae, sed est in via arenam” che significa La giustizia è UNA strada , ma l’arena è LA Strada
Chiunque si sentisse vittima di soprusi o vittima di un’ingiustizia può chiedere di sottoporsi al giudizio della fossa oppure , nel caso di contese tra due Individui, si può chiedere di risolvere con un duello. La difficoltà della prova viene determinata dalla condizione dell’individuo stesso. Un assassino condannato che chieda il giudizio della fossa affronterà una prova diversa da chi chiede giustizia per la propria famiglia. Al giudizio è presente solo il corpo pretoriano ed il barone o un suo rappresentante . Chi si sottopone al giudizio della fossa di fatto sa che il risultato potrebbe essere anche la sua morte.
La fossa però è anche il luogo dove il popolo può ammirare tornei , combattimenti e sfide di abilità. Una volta al mese Shadowdale organizza il torneo dei gemelli in onore alle montagne Castore e Polluce. Una volta all’anno in occasione del primo giorno di primavera prende vita il Torneo della regina guerriera , in onore di sua maestà. Al Torneo dei gemelli possono partecipare solo gli abitanti di shadowdale, di qualsiasi razza essa siano . Il torneo della regina guerriera è aperto a tutti.

La regione è sotto il comando del Lord di Shadowdale che dal Settimo anno del regno di Linnea è Il Barone Angel Solenero, membro dei guardiani della torre delle ore. Per permettere alla regione di essere amministrata in sua assenza ha riorganizzato alcuni ruoli politici e creato il consiglio pretorio che amministra il potere Giudiziario, il potere Legislativo e quello Esecutivo. L’unico potere che viene gestito dal barone è quello Militare.

Il consiglio Pretorio è formato dal Barone, da 20 pretoriani anziani scelti dal Barone , dal Balivo di Hammerfall del clan Ar- Ron, dal Balivo Di Halleden, dal rappresentante della gilda dei mercanti di Osterfold , e 5 rappresentanti scelti dal popolo . Si dice che un seggio sia stato concesso alla gilda dei ladri di Shadowdale su specifica richiesta del barone, che viene considerato tra quelli dei pretoriani… ma non si è mai trovata prova scritta di questo accordo Ogni partecipante ha un sasso bianco ed uno nero. Qualsiasi decisione viene messa al voto. Il sasso bianco sta per il si Il nero per il no, vince chi riceve più voti. Quando il barone Parte per una missione e non è a shadeton il consigliere più anziano tra i pretoriani ed il balivo di hammerfall diventa Sovrintendente e può votare due volte.
Quando La regione entra in guerra o quando è sotto attacco tutto diventa per definizione, potere militare quindi ad appannaggio del Barone o , in sua assenza, del sovrintendente.
Una volta a settimana il consiglio Pretorio è pubblico, in quella sede gli abitanti della regione possono sottoporre liberamente istanze, lamentele o appellarsi al giudizio della Fossa.

L’economia di shadowdale si basa su tre fondamentali generi. Il commercio dei metalli armi e pietre preziose trovate nelle profondità delle montagne, l’agricoltura e l’allevamento La terra coltivata provvede a fornire appena il necessario per gli abitanti della regione, l’allevamento fornisce carne e formaggi ma la vera ricchezza della regione, l’unica che viene esportata anche al di fuori di essa si basa sul commercio di armi , gioielli e manufatti di metallo grazie al mercato di osterfold che si tiene due volte al mese.
Il mercato delle montagne
Questo mercato si riunisce due volte al mese , una volta ad organizzarlo è la gilda dei commercianti della regione mentre la seconda volta è organizzato dal clan Ar-Ron . Entrambi i mercati sono aperti a tutti ed è possibile acquistare e vendere le lavorazioni dei fabbri della regione sia umani che nani.

Il Torneo dei Gemelli
E’ il torneo che ogni mese viene organizzato nella contea ed è aperto ai soli abitanti della regione e pochi altri guerrieri scelti dal barone in persona. Il torneo non è molto pomposo anzi è molto spartano nelle sue forme. Ci si può iscrivere alla gara di combattimento a piedi , dove è possibile usare la spada, l’ascia o qualsiasi arma da guerra, alla gara di tiro con l’arco ed alla gara di combattimento con coltelli. Non ci sono premi in denaro ma in armi, manufatti di metallo e pietre preziose.

Il Torneo della Regina Guerriera
Si tiene una volta l’anno il primo giorno di primavera ed è a tutti gli effetti il momento più festoso della vita della regione. Oltre alla giostra , attrazione principale, ci si può iscrivere alla gara di combattimento a usando spada ascia e solo in questo giorno coltelli e pugnali , quella di tiro con l’arco. Il torneo è aperto a chiunque viva nella valle dei sogni.

I Nani Ar- Ron

Nell’anno VII del Regno di Linnea Selede Isilva, al suo arrivo a Shadowdale per ordine di Lord Allister, Duca di Kromdar, Angel Solenero mai si sarebbe aspettato di trovare una comunità di nani cosi radicata nelle profondità della montagna. Mai si sarebbe aspettato, che quel clan sarebbe diventato importante e fondamentale per la riorganizzazione della Contea. Una forza Paziente e laboriosa sviluppata all’interno delle montagne di Polluce che, tramite i suoi capi, si accordò con colui che sarebbe poi diventato il Barone di Shadowdale, accettando di mettere al servizio di quelle Terre e di sua Maestà Linnea Selede Isilva le sue conoscenze, la sua caparbietà e la sua lealtà. Una comunità che avrebbe ricevuto in cambio una città dove stanziarsi e proliferare liberamente, dove vivere i loro usi, le loro tradizioni: la città di Hammerfall.
I capi della comunità, freschi sposi, Nurn Figlio della Roccia e Kona dell’Ugart, unirono due antiche stirpi naniche e ricevettero un nuovo nome da poter tramandare ai loro figli diventando cosi i primi Vassalli del Barone con pieni diritti sulle loro terre. Da quel giorno il clan prese il nome di Sole Nero, diventando Ar-Ron.

I nani Ar- Ron sono bassi sono bassi, tarchiati e robusti; duri come la roccia, fedeli ed immutabili delle loro tradizioni come essa. Hanno un profondo rispetto per i patti e gli accordi. Mostrano un carattere burbero, ma sotto la scorza dura sono anche spiritosi, soprattutto davanti a un buon bicchiere di birra. Ad Hammerfall si è soliti dire che la parola di un nano vale come la roccia dura che scavano.
I maschi hanno capelli e barba lunghi, neri o marroni, ed alcuni hanno anche occhi celesti. Le femmine hanno per la maggior parte capelli rossi portati a treccia e occhi verdi come lo smeraldo. La comunità ha una propria organizzazione civile , un proprio credo religioso e tradizioni indipendenti. Hanno le loro festività che con il tempo sono state condivise anche con gli umani di Shadowdale. Uomini e nani hanno stretto una collaborazione fondata sul rispetto di tutti gli abitanti della regione e viceversa, che permette comunque alla comunità di vivere in maniera molto autonoma.

Il clan degli Ar -Ron contribuì alla costruzione ed all’organizzazione di un sistema di sfruttamento delle miniere delle due catene montuose Castore e Polluce, oltre che alla fondazione dell’Accademia della Forgia, la scuola dove Uomini e Nani imparano a maneggiare, forgiare e plasmare i metalli, il perfetto mithrill e la lavorazione di gemme preziose che vengono vendute al ricco mercato che si tiene due volte al mese.
Hammerfal è divenuta oramai da tempo una città nanica, con l’ingresso incastonato sulla roccia della montagna come è uso presso questa comunità, tuttavia mantiene una peculiarità data dalla presenza di diversi caseggiati all’esterno, cosi da essere l’unica città che inizia al sole e finisce nella terra.
La città all’interno della montagna è composta da grandi gallerie che si uniscono tra loro in maniera concentricità, formando una serie di livelli collegati tra loro .
Appena superata il grande ingresso, dove è presente un immensa porta di ferro e pietra ( chiamata dai nani “ la roccia di Ar -Ron”), ci si trova nella prima galleria (Primo Anello), dove si trovano una piazza con le abitazioni e botteghe dei nane, ed un piccolo mercato ad uso e consumo della gente locale. Attraverso grandi gallerie scavate nella roccia si giunge al Secondo Anello, si incontra il centro religioso della comunità, un Tempio scavato nella montagna e dedicato a Tormad detto “forgia “ divinità neutrale della sfera “ metallico pietra “ protettore di minatori di fabbri armaioli .
Proseguendo si attraversano sale in pietra che portano, scendendo nelle profondità della montagna al Terzo Anello: li troviamo una cosa curiosa ed unica per i nani, l’Accademia delle Run. Si tratta di una sorta di scuola del magico, che nonostante la resistenza razziale e culturale tipica dei nani, ha permesso alla comunità di poter sfruttare il potere delle rune e la magia ad esse collegata. Qui i nani che si vogliono specializzare in questo tipo di arte possono ambire a diventare un Maestro delle Rune e trovare all’esterno della montagna la loro via o prova per specializzarsi seguendo la teoria degli elementi. A questa peculiare Accademia è consentito l’accesso anche agli umani della Contea di Shadowdale, ma solamente a loro. 
Passato il Terzo Anello troviamo una unica galleria che porta al Quarto ed ultimo Qnello , quello dove si trova il Palazzo Nobiliare del Balivo e della sua consorte, insieme alle dimore della classe politica e dei consiglieri .
In questo anello si trova anche la Legione di Ferro: guerrieri che hanno la funzione di guardia personale del Balivo, di controllo della città , e che rappresentano il punto di unione con i pretoriani di Shadowdale. Infatti è presente una centuria di nani nell’esercito della contea, specializzati nelle macchine d’assedio .
Da qui in poi seguendo anche qui un unica galleria si giunge al Quartiere delle Miniere, dove troviamo le fucine e le miniere stesse insieme alle case dei minatori.

A capo della città di Hammerfall vi è il Balivo, che per tradizione e legge, deve essere un membro del clan Ar- Ron, e discendere da una delle due Famiglie dei capostipiti: i Nurn o gli Ugart. Fino alla venuta dei draghi antichi il balivo era Vondal Danking del clan Ar- Ron
Il balivo ha un seggio nel consiglio Pretoriano di Shadowdale che amministra la regione insieme al Barone . Quando il barone è assente Il consigliere più anziano diventa Sovrintendente ad interim. Il balivo di Hammerfall può eventualmente ricoprire la carica .
La città ha un piccolo consiglio gestito dal Balivo e dagli esperti minatori . Qui vengono prese le decisioni per la città poi da portare al consiglio a Shadeton il centro del governo della capitale .